Emilio Maccolini (16/12/63) inizia gli studi di musica (teoria e chitarra classica) all'età di 5 anni.

Dopo qualche anno abbandona la chitarra per dedicarsi agli strumenti a fiato (clarinetto e saxofono) che più attirano la sua passione.

Prosegue negli studi fino a conoscere Lorenzo Della Fonte con il quale suona in una formazione Jazz valtellinese.

Partecipa alla sessione estiva di Siena Jazz nel 1983, dove oltre a studiare saxofono con Claudio Fasoli, viene selezionato per la Big Band annessa alla scuola, diretta dal Maestro Gazzani.

Dal 1990 partecipa in diversi gruppi spaziando dal Jazz alla Fusion, dal Funky al Rock.

Viene chiamato in varie formazioni per alcune sessioni di incisioni.

Nonostante la grande attività in generi musicali di tipo moderno, non ha mai smesso di interessarsi alla musica per orchestre di fiati; partecipa all'attività della Banda Cittadina di Sondrio come componente fin dal 1976 e nel 1986 viene nominato Maestro Direttore, incarico che lascia nel 2016; dal 2004 dirige il Corpo Musicale di Ardenno.

Dal 1997 al 2005 è stato componente dell'Orchestra di Fiati della Valtellina con la quale ha partecipato a numerosi concerti in Italia, all'estero e a sessioni di registrazioni.

Nel 1999 ha fondato la Animando Music Publisher, casa editrice specializzata in musica per fiati.